Così non va

E’ un dato di fatto. La stagione della Ferrari, fino ad ora, è stato un autentico fallimento. Tra troppe aspettative e le parole affrettate dei pezzi grossi del team di Maranello, si era costruita attorno alla Ferrari troppo ottimista per essere vera. Alimentata, ovviamente, dai distacchi irreali nei confronti degli avversari, fatti vedere nei test di Barcellona, in inverno. Ma riepiloghiamo cosa non va in questa rossa.

Affidabilità.

Che se ne voglia o no, le prime 2 gare di questa stagione si sono aperte tra mille dubbi di affidabilità. La macchina era sembrata abbastanza fragile anche nei test ma la conferma di questi problemi è arrivata prima in Australia (problema per Vettel, costretto ad andare 20 Km/h più lento rispetto agli avversari) e poi in Bahrein (Leclerc costretto ad abbandonare la prima posizione a 15 giri dal termine per un problema ad una centralina). Ora questi problemi sembrano essere stati risolti, tanto da risultare il motore più potente in griglia, senza se e senza ma.

Aerodinamica.

Voglio mettere anche l’aerodinamica tra i “problemi” di questa Ferrari, anche se non parliamo di un vero e proprio problema. Le mancanze di questa monoposto si sono evidenziate molto in curva, soprattutto nelle curve lente. Gli ingegneri della Ferrari credevano che il problema di prestazione fosse generato da una mancanza di carico aerodinamico, tanto da intervenire pesantemente su questo aspetto negli sviluppi portati a Baku e Barcellona. Ma come abbiamo visto, il problema si è tutt’altro che risolto.

Grip.

Ecco il vero problema della Ferrari. Il grip meccanico mancante. Problema già evidenziato ed annunciato da Vettel, è lui il vero responsabile della debacle della vettura di Maranello. L’aerodinamica aiuta poco nelle curve lente, aiuta molto di più nelle curve veloci, ed in quelle veloci la Ferrari è tutt’altro che inferiore alle contendenti. Ma il tempo sul giro lo si fa proprio nelle curve lente, ed è li che la Ferrari perde un abisso. Questa mancanza di grip fa si che la macchina fatichi molto in inserimento e percorrenza di curva, avendo bisogno di più angolo di sterzo e risultando poco reattiva soprattutto nei cambi di direzione. Questo problema è causato soprattutto dalle sospensioni.

Come si può risolvere?

Difficile dirlo. E’ ancora lungo il campionato ma la macchina è difficile da modificare così radicalmente. Ci stanno provando in casa Ferrari tant’è che nei test di Barcellona, che si svolgeranno Martedì 14 e Mercoledì 15 maggio, gli uomini di Maranello hanno portato una versione “B” della SF90. Nuovo telaio aggiornato ma soprattutto nuove sospensioni. A quanto si dice, le sospensioni dovrebbero essere molto simili a quelle che monta la Mercedes. Vedremo se magari questo grosso aggiornamento saprà risollevare una stagione fin qui fallimentare per Ferrari.

Articolo scritto da VINCENZO FERRARA.